Felicità è salute! Ama, ridi, condividi

Perché un paese che spende in salute più di un altro può avere risultati peggiori in termini di salute? E perché l’aumento della longevità sta andando di pari passo con una diminuzione della vita sana? L’epidemiologia ha delle risposte a queste domande: la nostra salute dipende molto dalla qualità delle nostre relazioni e dalla nostra felicità. E non le stiamo curando abbastanza.

Nanna sicura e condizioni ambientali ideali nella camera del bambino

Proteggere il sonno dei piccoli è importante. Lo consiglia tutto il mondo pediatrico, che sottolinea come il neonato nei primi mesi di vita debba dormire vicino alla mamma, nella camera con i genitori.

La vicinanza ha molti vantaggi: facilita le poppate notturne e la cura del neonato, trasmette benessere e serenità a mamma e bambino e favorisce il loro legame. Ed è sicuramente un fattore di sicurezza in più: secondo studi recenti, dormire vicini riduce di ben il 50% il rischio di Sids, la sindrome della morte in culla, che può colpire il piccolo durante il primo anno di vita.

Olio di cocco prezioso dopo una giornata in spiaggia

Hai pensato all’olio di cocco? Estate tempo di sole, mare e tanto divertimento. Ma attenzione: come mantenere la pelle morbida e idratata dopo una giornata passata in spiaggia? Sicuramente, una volta tornati a casa, il primo passaggio è detergere bene la cute ed eliminare eventuali residui di protezione solare. Il secondo passaggio è coccolare la pelle. Si può optare per una buona crema doposole, rinfrescante e lenitiva indicata per reidratare la cute.

Pannolino… come abbandonarlo

Oggi vorrei introdurre un argomento che interessa tutte noi mamme e future mamme. Lo suddividerò in due parti, perché piuttosto lungo!
Tutte le mamme di bambini piccoli prima o poi passano attraverso la difficile fase dello spannolinamento.
L’ eliminazione del pannolino è infatti molto delicata e complessa, coincide con la capacità del bambino di controllare gli sfinteri, capacità che il bambino di solito acquisisce tra i 24 e i 36 mesi; va specificato che tale riferimento temporale non è rigido, perché i bambini sono diversi tra loro per acquisizioni di competenze, storie di vita e tempistiche personali.

Il bagaglio è pronto. Ti sei ricordato i farmaci?

E’ tempo d’estate e con l’arrivo della bella stagione si avvicinano anche le vacanze. Nell’entusiasmo della partenza non dobbiamo però trascurare la nostra salute: oltre a costumi, parei e jeans non dimentichiamo di includere nei nostri bagagli anche dei farmaci che potrebbero rivelarsi utili (anche se speriamo non servano!). È bene, infatti, preparare con attenzione la propria piccola cassetta del pronto soccorso da portare in vacanza; i farmaci è importante che siano conservati nelle loro scatole originali con i foglietti illustrativi, che possono risultare molto utili in caso di dubbi sull’uso o sulle indicazioni di un medicinale.