Gonfiore intestinale e tensioni addominali – cosa fare

“Pancia gonfia” e tensioni addominali sono condizioni comuni per le quali molte persone chiedono spesso consigli e soluzioni. Tali condizioni, che interessano circa una persona su tre, quando associate ad altre problematiche come digestione difficile o irritabilità intestinale possono diventare particolarmente fastidiose. Dietro una apparente semplicità possono nascondersi cause che vanno otre una fermentazione eccessiva di qualche alimento.

Ci beviamo una buona e salutare tisana?

Nel termine “tisana”, divenuto ormai di uso comune per il grande utilizzo di questo rimedio popolare e casalingo, ci piace leggere la promessa di una guarigione garantita (ti sana come appunto lascia intuire il nome), anche se, in realtà, l’etimologia della parola deriva dal greco ptisane che letteralmente significa orzo macinato.

Le tisane vantano una storia antica e di tutto rispetto. Uno dei primi a decantare le lodi di questo rimedio ( e a riportarne il termine nei suoi scritti di medicina) fu il grande medico Ippocrate, il quale consigliava il digiuno per curare svariate malattie ed era solito prescrivere una “miracolosa” tisana d’orzo come panacea di tutti i mali.

Ma scopriamo insieme questo mondo.

La salute delle gengive è importante per il nostro benessere

La gengivite è la più diffusa tra le malattie parodontali. Nella sua forma più comune è provocata dai batteri della placca dentale. E’ facilmente diagnosticabile e completamente reversibile. La sua prevenzione può essere facilmente attuata mediante una corretta igiene orale. Una corretta igiene orale è di fondamentale importanza per la salute delle gengive e di tutta la bocca.

Gli additivi alimentari sono un problema?

 

Gli additivi alimentari si rivelano delle sostanze, alle quali fare attenzione, perché non abbiano effetti collaterali sulla nostra salute. A volte si tratta di sostanze naturali, che hanno l’obiettivo di esaltare il sapore di un cibo e che non hanno conseguenze sul benessere dell’individuo. Altre volte, invece, abbiamo a che fare con elementi artificiali, che dovrebbero essere oggetto di prudenza. La legislazione europea ammette più di 300 additivi. Fare un po’ di chiarezza fra di essi significa anche badare alla questione della sicurezza alimentare. Gli additivi alimentari sono sostanze aggiunte agli alimenti per esaltarne, “abbellirne”, prolungarne o migliorarne le caratteristiche e le qualità. Per legge, devono essere riportati, a chiare lettere o, meglio, con l’apposita sigla, sull’etichetta del cibo che li contiene. Per evitare brutte sorprese, meglio controllare la presenza di additivi, naturali o artificiali, innocui o potenzialmente pericolosi, prima di acquistare un alimento. La sigla è rappresentata da una “E” seguita da una cifra: ecco qualche “dritta” per decodificare gli additivi alimentari meno affidabili.

Diabete, scopri di più su questa malattia

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. Se non viene tempestivamente e correttamente curato, il diabete favorisce l’indurimento delle arterie (aterosclerosi), l’ipertensione e l’ipercolesterolemia e riduce il livello del colesterolo-HDL, incrementando il rischio cardiovascolare.