Il bagaglio è pronto. Ti sei ricordato i farmaci?

E’ tempo d’estate e con l’arrivo della bella stagione si avvicinano anche le vacanze. Nell’entusiasmo della partenza non dobbiamo però trascurare la nostra salute: oltre a costumi, parei e jeans non dimentichiamo di includere nei nostri bagagli anche dei farmaci che potrebbero rivelarsi utili (anche se speriamo non servano!). È bene, infatti, preparare con attenzione la propria piccola cassetta del pronto soccorso da portare in vacanza; i farmaci è importante che siano conservati nelle loro scatole originali con i foglietti illustrativi, che possono risultare molto utili in caso di dubbi sull’uso o sulle indicazioni di un medicinale.

Anche gli errori possono servire alla scienza

È possibile che un’importante scoperta farmaceutica possa avvenire per errore? Oggi è assai improbabile, sia per le tecnologie impiegate nei laboratori, sia per i controlli che la legge impone negli stadi di sviluppo di un nuovo farmaco, sia per l’interdisciplinarità che ormai caratterizza le attività di ricerca e sviluppo. Ma un tempo non era così e allora poteva succedere non soltanto che da una dimenticanza sortisse una scoperta fondamentale (la famosa muffa di Flemming, all’origine della penicillina), ma anche che un nuovo farmaco potesse venire da un banale errore.